Quanto costa un montascale per disabili?

Il problema delle barriere architettoniche è particolarmente grave in un Paese come l’Italia nel quale esistono moltissimi fabbricati costruiti molti decenni fa. I disabili lottano da più di 30 anni per riuscire ad accedere autonomamente alle proprie abitazioni, agli uffici della Pubblica Amministrazione e in qualsiasi altro immobile. Il primo riconoscimento dei diritti dei cittadini diversamente abili risale al 1989 con la legge n. 13, grazie alla quale si misero a disposizione dei fondi per affrontare questo enorme problema. Pochi anni dopo giunse la norma che ancora oggi regola e definisce il ruolo del disabile e dei suoi familiari, cioè la legge 104 del 1992. Da allora, a piccoli passi, sono stati previsti dei vantaggi fiscali per accedere a quei prodotti che migliorano la vita quotidiana.

Che cos’è un montascale?

Uno dei principali strumenti che migliorano la vita delle persone disabili è certamente il montascale o servoscala. Si tratta di uno strumento meccanico che consente di superare gli ostacoli architettonici a tutti coloro che non possono riuscirci in modo autonomo o che dovrebbero compiere enormi sforzi per muovere pochi passi. L’alternativa principale è l’ascensore che però non è sempre utilizzabile. A volte perché la struttura dell’edificio non lo permette, nella maggioranza dei casi in realtà occorre superare una singola scala e quindi non avrebbe senso ricorrere ad un sistema del genere.

Quanto costa un montascale per disabili?

Quanto costa un montascale per disabili?

E’ difficile rispondere in maniera precisa alla domanda “Quanto costa un montascale”. I modelli di montascale sono diversi e i costi variano da meno di 2.000,00 euro fino a superare i 15.000,00, a seconda del tipo utilizzato. Della fascia tra i 2.000, e i 4.000 fanno parte principalmente i modelli senza sostegno, cioè quelle sedie che hanno un cingolato alla base e che consentono di superare tutti gli ostacoli presenti negli edifici sprovvisti di qualsiasi misura per aggirare le barriere architettoniche, come ad esempio gli scivoli. In questa tipologia rientrano anche i montascale pieghevoli adatti soprattutto per i dipendenti della Pubblica Amministrazione che svolgono compiti di assistenza e che aiutano i soggetti disabili a raggiungere gli uffici di cui hanno bisogno. I montascale per scale dritte e per esterni hanno prezzi che oscillano tra i 3 e i 6.000,00 euro a seconda del tipo di ostacolo da superare e dal modello di poltroncina che va utilizzata per andare incontro alle esigenze peculiari di ciascuno.

Con i montascale per scale curve si parte da un costo minimo di 5.000,00 euro fino ad arrivare ai 16.000,00. Questa differenza di prezzo è dovuta soprattutto al numero di curve e a quello di eventuali soste necessarie per aiutare lo spostamento della persona. Un altro elemento che fa variare il costo di un montascale per disabili è il tipo di montascale utilizzato: potrebbe prevedere il solo spostamento in piedi della persona, oppure una pedana che trasporta una sedia a rotelle o ancora potrebbe essere fornita di una sedia con comandi per gestire il movimento della poltroncina.

Quanto costa un montascale? (*prezzi indicativi)

Tipologia montascale*Prezzo minimo*Prezzo massimo
Montascale su scale dritte 3000€ 6000€
Montascale su scale curve5000€16000€
Montascale da esterno2000€4000€
costo d’installazione800€2000€

A incidere sul costo di un montascale sono anche le eventuali spese per il sopralluogo e il preventivo, modifiche edilizie, il tipo e la durata dell’assicurazione. È molto importante informarsi con il rivenditore della presenza di tali servizi nel costo totale del montascale e di eventuali prolungamenti dell’assicurazione che con piccoli importi mettono al riparo da possibili futuri malfunzionamenti.

Quanto costa un montascale per disabili?

Quanto costa un montascale a cingoli?

I seguenti prezzi sono indicativi e sono stati estrapolati da Google Shopping. Sono solo alcuni esempi e si riferiscono a modelli di montascale a cingoli più venduti.

Modello montascalePrezzoProduttore
SHERPA Montascale a cingoli KSP 3300€Elisa Design
Montascale a cingoli per carrozzine LG 2004 basic Antano group1800€Elisa Design
LG 2004 montascale a cingoli Antano group2600€Elisa Design
MONTASCALE a Cingoli MOBILE T092800€Ausilium
MONTASCALE MOBILE KSP Yack Tre in uno2600€Ausilium
Montascale mobile a cingoli serie sherpa n 9022700€Elettromedicali

La normativa

La normativa vigente prevede una serie di agevolazioni fiscali che abbattono la spesa per le persone disabili in modo da rendere fattibile l’acquisto di questi fondamentali strumenti. Il primo vantaggio è l’aliquota dell’IVA al 4% per tutti quegli strumenti adatti a superare le barriere architettoniche. Solitamente l’aliquota da utilizzare sarebbe quella classica del 22 %, che calcolato sui costi di questi strumenti diventa una cifra di tutto rispetto. Rientrano in questa fattispecie per esempio i servoscala, i montascale, le piattaforme e le sedie cingolate.

Al fine di ottenere l’aliquota ridotta occorre presentare al rivenditore due documenti. Il primo, rilasciato dal medico specialista dell’ASL, deve attestare la connessione funzionale tra il tipo di disabilità e lo strumento che si va ad acquistare. L’altro, sempre di competenza dell’ASL, deve certificare il tipo di invalidità rientrante tra quelle ammesse per usufruire dell’agevolazione e la caratteristica di permanenza.

Un ulteriore vantaggio è assicurato dalle detrazioni fiscali per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Per tutte quelle ristrutturazioni edilizie atte a rendere l’immobile adeguato per l’utilizzo dei montascale. Fino al 31 dicembre 2017 è possibile usufruire della detrazione del 50% fino ad un importo massimo di 96.000,00 euro. Il quadro normativo dovrebbe cambiare a partire dal primo gennaio 2018, quando la detrazione dovrebbe scendere ad un 36%. La riduzione dell’agevolazione in realtà è decisamente più consistente in quanto il nuovo tetto massimo di spesa per il quale si può richiedere la detrazione è della metà di quello attuale, quindi l’importo massimo diventerà di 48.000,00 euro.

La normativa è applicabile sia che si tratti di lavori effettuati all’interno di un immobile sia all’esterno, anche se fosse in carico al condominio. Tali riduzioni non sono cumulabili con il 19% previsto per le spese sanitarie. Un’importante novità, estremamente positiva per chi decide di effettuare questi lavori è che, a differenza degli anni scorsi e fino al 31 dicembre 2016, la detrazione è da ripartire non più in 10 quote annuali di pari importo ma in sole 5, rendendo ancora più convenienti i lavori di ristrutturazione.

L’annualità per la quale si può richiedere tale agevolazione è quella in cui si effettuano i lavori e si effettua il bonifico. Nella causale del versamento vanno inseriti: il riferimento alla normativa, il codice fiscale del soggetto che usufruisce della detrazione e, infine, il codice fiscale o la partita iva del soggetto che effettua i lavori. Qualora si ricorresse ad un finanziamento per sostenere tale spesa, occorre che la società effettui il bonifico a chi effettua i lavori utilizzando la stessa causale appena descritta. Vedi anche: Montascale per disabili in condominio: normativa e installazione

Quanto costa un montascale per disabili?

Il vantaggio dello scegliere la strada del finanziamento è la possibilità di non effettuare un esborso consistente in un’unica soluzione e di versare la metà delle rate grazie alla detrazione annuale. Rientrano in tali agevolazioni anche le spese varie per effettuare i lavori come gli oneri di urbanizzazione, le imposte di bollo oppure la parcella del professionista. La detrazione, a seconda della dichiarazione fiscale che deve essere presentata, si concretizza inserendo i riferimenti dell’immobile e del tipo di lavoro effettuato nell’UNICO o nel modello 730 di chi concretamente ha effettuato il pagamento della ristrutturazione.

È possibile ottenere anche dei contributi dagli enti locali presenti nel comune di residenza. Che si tratti del Comune, della Provincia o della Regione, la pratica va inoltrata sempre presso gli ufficio dell’assistenza sociale dell’ente comunale o comunque del Protocollo Generale dell’Ente, chiedendo sempre una ricevuta che dovrà essere conservata nella propria documentazione. In questo caso le regole variano da ente ad ente e occorre informarsi presso gli uffici competenti. Solitamente, in base ai fondi messi a disposizione, si stila una graduatoria basata fondamentalmente sul grado di disabilità e sul reddito calcolato in base al nuovo ISEE.

È necessario conservare una serie di documenti da presentare ai funzionari dell’Agenzia delle Entrate in caso di verifica della correttezza della pratica. Oltre al bonifico, di cui in realtà la Pubblica Amministrazione è già in possesso, bisogna esibire le concessioni edilizie, l’eventuale riaccatastamento dell’immobile, i tributi che si fossero resi necessari quali l’IMU o la TOSAP, l’eventuale autorizzazione condominiale all’esecuzione dei lavori e tutti i passaggi ulteriori eventualmente necessari a seconda della tipologia dell’immobile.

Infine, occorre sempre avere a disposizione la documentazione dell’ASL che attesti la disabilità permanente e la funzionalità dei lavori per superare quello specifico problema di deambulazione. Quando le persone disabili non sono in possesso di un proprio reddito e risultano essere quindi a carico di un familiare, quando il reddito non supera i 2.840,51 euro al netto degli oneri deducibili, le agevolazioni fiscali possono ricadere su chi materialmente ha effettuato il pagamento, sempre certificando il grado di parentela, rispettando le regole esposte. Vedi anche: Montascale per disabili: domande frequenti

Fonti: “Guida agevolazioni persone con disabilità” e “Guida ristrutturazioni edilizie

    Interessato a installare un un montascale?

    Operazione risparmio fino al 75%

    Compila il form con i tuoi dati qui sotto e clicca sul pulsante per essere richiamato senza impegno

    Nome e Cognome

    Email

    Telefono

    Dove fare il lavoro

    Descrivi la tua necessità

    Inviando questa richiesta confermi di accettare l'informativa sulla privacy e le condizioni generali d'uso. I tuoi dati verranno utilizzati solo per comunicazioni inerenti alla tua richiesta

    Icona click

    5/5 (1 Recensione)

    8 risposte

    1. Buongiorno, siamo interessati ad acquistare un montascale e ci servirebbe un preventivo. Qual’è indicativamente il costo che dobbiamo affrontare? E’ possibile rateizzare l’importo dovuto? Buona giornataa.

      1. Salve signora Loredana, purtroppo noi non possiamo fare preventivi perchè non vendiamo montascale. Per quanto riguarda il costo di un montascale, esso si aggira dai 2500 euro ai 8000 euro e dipende dalla tipologia di scala (dritta, curva a chiocciola, ecc). Impianti con una scala più lunga naturalmente hanno costi differenti e il prezzo cambia anche in base agli accessori che vengono installati. Come vede quindi il costo per un montascale è difficile stabilirlo. Le consigliamo di rivolgersi direttamente ai diversi produttori di montascale e chiedere a loro un preventivo dettagliato. Saluti.

      2. Per quanto riguarda la rateizzazione, sicuramente sarà possibile accedere a qualche finanziamento che le permetterà di pagare in rate l’intero costo. Saluti.

    2. Buongiorno,
      ho acquistato un montascale che è stato consegnato ieri.
      La ditta sembra seria, il prodotto è olandese e sembra di qualità, il prezzo non è economico.
      L’installazione è nella parte interna della scala, all’esterno abbiamo muro.
      I binari hanno un raggio di curvatura anche di 60 cm.
      Ho però fatto sospendere il montaggio quando ho verificato che le mie ginocchia, stando seduto con busto eretto strisciano contro il muro. Sono alto un 1,78 e peso 80 kg.
      Stiamo aprendo una contestazione con la ditta fornitrice e francamente siamo un po’ preoccupati.
      Ci teniamo un prodotto che non va bene o possiamo renderlo?
      Grazie per un consiglio

      1. Salve Alberto, ci dispiace molto per quello che gli è accaduto. Le consigliamo di rivolgersi al produttore e richiedere delle modifiche. Ci faccia sapere come va. Saluti.

    3. salve sono mimmo da ostuni provincia di brindisi puglia potrei avere piu informazione riquarda un montascale a pedana per un condominio di 4 piani grazie 3932379946

    4. Vorrei un preventivo x una scala da mettere in un condominio x un anziano che deve raggiungere il primo piano con una curva da fare, attendo un vostro riscontro. A Roma 00139 cap

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.